martedì 26 febbraio 2013

CRACKERS AI SEMI DI FINOCCHIO



Ieri nonostante una nausea tremenda dopo il virus bastardo che mi sono beccata, ho dovuto riaccendere forni e fornelli per dar da mangiare agli affamati.
Cercando di approfittare del forno acceso per un bel polletto impanato, questo, ho preparato dei crackers con gli scarti del mio amato Lazzaro e arricchiti di cruschello di avena.

Buoni, fragranti e rustici ma anche molto saporiti, provateli se avete del lievito madre e se ancora non lo avete provate a farlo beh non aspettate ancora, buttatevi, è divertente e da molte soddisfazioni, poi con il metodo di Morena potete tranquillamente renderlo secco, basta mettere il pezzo di madre nel mixer con la stessa quantità di farina, azionare e rendere tutto una polvere, riporlo in un barattolo con coperchio in frigo a riposare anche per lungo tempo, lui non muore mai.

Per iniziare con il lievito madre guardate qui ma io al posto dell'uvetta ho messo della mela grattugiata come consigliato dal grande Salvatore De Riso.

Hasta la vista !!



Submitting to YeastSpotting 

Ingredienti

  • 90 g. di scarti di lievito madre 
  • 100 g. di vino secco bianco
  • 60 g. di olio extravergine di oliva
  • 60 g. di acqua tiepida
  • 320 g. di farina O
  • 25 g. di cruschello di avena ( negozi bio )
  • 1 cucchiaio colmo di semi di finocchio
  • una presa di sale

Mettere a bagno nel vino i semi di finocchio per una mezz'ora, aggiungere l'acqua e sciogliere il lievito madre, aggiungere l'olio poi la farina e il cruschello con una presa di sale.
Impastare per una decina di minuti poi lasciar riposare l'impasto per due ore.
Stendere sulla teglia in una sfoglia di mezzo cm e salare leggermente in superficie, far riposare ancora un'ora e mezza, tagliate con la rotellina dei quadratini bucherellando con una forchetta o con l'attrezzo apposito e poi infornare a 200° fino a doratura.


15 commenti:

  1. metto la crusca al posto del cruschello e la faccio mia :P...uno ogni tanto credo proprio di potermelo permettere.
    Baci

    RispondiElimina
  2. Il tuo Lazzaro subisce i miracoli,resuscita,si alza e produce!E che produzione cara,questi crackers sono da provare per sedersi sul divano,godere del camino e fare tanti "scrunch"!
    Un abbraccio cara,spero stia meglio!

    RispondiElimina
  3. Ciao cara!
    Belli questi crackers... anche io li faccio spesso con gli scarti della signora (pasta madre) e la prima volta che li ho preparati avevo come ricetta una presa da Scoop Marche (che mi aveva trovato mio marito..) che poi controllando ho scoperto essere tua...
    Mi sono venuti buonissimi e dunque provo anche con questi....
    Grazie per le tante ricette.
    Federica

    RispondiElimina
  4. Certo che anche sotto malattia riesci a produrre cose magnifiche...sicuramente da provare!!!

    RispondiElimina
  5. Accidenti quanto sono appetitposi questi crackers!!! Rimettimi, quest'anno virus e influenza non danno tregua. A presto Manu

    RispondiElimina
  6. ogni giorno quando leggo di tutto ciò che viene creato con il lievito madre mi mangio le mani perchè ancora non l'ho fatto...sono molto invitanti questi crackers!!

    RispondiElimina
  7. bellissimi e super buonissimiiiiiiiiiiiiii!!!

    RispondiElimina
  8. Grande Sandra, sono spettacolari!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Il lievito madre mi terrorizza, è da tanto che vorrei farlo ma non ho il coraggio....... :-(
    I tuoi crackers potrebbero essere di stimolo per provarci!

    RispondiElimina
  10. sandra...ank'io ho scoperto la ricetta del polletto impanato di sandra milu...é piaciuto molto in casa e ora lo faccio spesso;)....i tuoi crakers sono bellissimi,complimenti!

    RispondiElimina
  11. s p e t t a c o l a r i!!!! Sti crackers che fai tu mi lasciano sempre incantata... ricordo perfettamente anche le altre ricette e devo proprio trovare il tempo di farli.... ma il lievito madre è indispensabile?
    S-baciuzz
    P.S.: mi rispondi sulla mail? Altrimenti mi dimentico.... ormai la vecchiaia si fa sentire ahahahaha.........
    smakke smakke smakke alla mia fornaia preferita
    P.P.S.: l'indirizzo del mio blog, che hai nel tuo, non è aggiornato. Poiché molti tue fance visitano anche il mio, se hai tempo puoi aggiornarlo? www.lacucinacoibaffi.com

    RispondiElimina
  12. In frigo ho il lievito madre, perciò questo creckers sono da provare al più presto possibile!!! Un saluto Manu

    RispondiElimina

Ringrazio tutti voi che lasciate il segno e prego vivamente gli anonimi di firmarsi inoltre vi ricordo che potete consigliare questo post con il tasto g+1 di google, besos