venerdì 23 novembre 2012

DOLCE MATTONE AL PROFUMO DI STREGA - INIZIAMO IL VIAGGIO NELLE MIE MARCHE PORTO SAN GIORGIO



Il dolce mattone è un classico della domenica anzi era un classico delle mie domeniche sangiorgesi quando ero ragazza e andavo a pranzo a casa di Max, più o meno davanti al pezzo di spiaggia che vedete sotto.
Sua sorella lo preparava sempre e dopo una mangiata di ottimo pesce il posto per il mattone ci doveva stare per forza tanto era buono. Nella ricetta originale ci andrebbe il burro montato e altro che mattone, una vera bomba atomica così ho pensato di alleggerirlo un po' anzi parecchio utilizzando la ricotta, il risultato è stato più che soddisfacente e il profumo del fantastico liquore Strega non poteva che fargli bene.

Inizia con questo post il viaggio lungo le strade della mia regione, vorrei farvela conoscere oltre che con i piatti della tradizione mostrandovi tutta la sua bellezza attraverso le immagini, ho intenzione, visto che mio marito mi supporta e Rombo non si tira indietro, di fare dei reportage dei luoghi che visiterò e quando sarà possibile naturalmente presentando anche il piatto tipico del posto.


PORTO SAN GIORGIO

IMG_2612

IMG_2607

IMG_2605

IMG_2597

IMG_2595

IMG_2588

IMG_2586

IMG_2585


Ingredienti


  • 4 tuorli
  • 400 g. di ricotta mista freschissima
  • 250 g. di zucchero a velo
  • 2 cucchiaini di liquore Strega
  • nocciole tritale qb
  • cioccolato fondente qb
  • biscotti  Oro Saiwa o simili un pacco ma non serviranno tutti circa 400g.
  • 5-6 caffè lunghi e poco zuccherati ( mezzo cucchiaino per tazza ) 

Ho fatto tutto con il robot, ho messo i tuorli con lo zucchero a velo e ho iniziato a montare poi ho aggiunto la ricotta e il liquore, quando il composto sarà liscio e spumoso è pronto.
In un vassoio da portata sistemate uno strato di biscotti bagnati nel caffè, spalmate con il composto e guarnite con nocciole e cioccolato fino ad esaurimento degli ingredienti, io ho fatto tre strati.
Fatelo il giorno prima così sarà ben compatto e saporitissimo !!!


16 commenti:

  1. Si usa anche qui il dolce mattone, ma decisamente in versione più pesante. Con il mascarpone. Per questo, non mi è mai piaciuto granche'... ma il tuo mi ispira, per la ricotta ma soprattutto per lo strega... ne vado matta, nei dolci!!! :)

    RispondiElimina
  2. bellissimi reportages cara... e sul dolce... beh... con te davvero non bastano i complimenti =)

    RispondiElimina
  3. Sandra ma questo è il dolce che faceva mia nonna, maremmana, però rigorosamente con il burro montato, lei lo chiamava "il dolce a freddo" fatto con gli Oro Saiwa, burro montato con lo zucchero e pezzetti di cioccolato, credo, purtroppo la ricetta la sapeva mia madre, ma è morta troppo alla svelta per ricordarmi di chiedergliela e non so altro, copierò il tuo, ho dei ricordi molto belli...le tue foto sono splendide, splendidi sono i luoghi...un abbraccio

    RispondiElimina
  4. La tua è un'iniziativa molto interessante!
    Sono stata nelle Marche solo un paio di volte e sempre per lavoro, a parte le cucine dei ristoranti non ho visto praticamente altro:((
    Non vedo l'ora di viaggiare con te.....e pure mangiare eh!!:)

    Un saluto

    Fabiana

    RispondiElimina
  5. Le Marche è una regione che conosco pochissimo, ma tu mi hai fatto venire proprio una gran voglia di visitarla, anche per il cibo ovvio, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. golosissimo questo dolce,anch'io lo conoscevo pero' nella versione col mascarpone,provero' anche cosi'...baci

    RispondiElimina
  7. Da buona marchigiana non posso fare a meno di farti i complimenti per questo "viaggio" che hai iniziato a percorrere...adoro la nostra regione, la nostra terra e soprattutto i suoi frutti...e tu riesci ad interpretarla nel migliore dei modi!!!!

    RispondiElimina
  8. bellissimo post!!!io sono di Porto San Giorgio e questo dolce lo faccio spesso ma come hai detto tu con il burro!!Buonissimo.....mai provato però con lo strega,proverò senz'altro la tua versione con la ricotta...i miei complimenti per l'idea e buon viaggio!

    RispondiElimina
  9. chab che dolce meravigliosi e che foto di posti meravigliosi..hai fatto le tue foto ne carpiscono l'anima

    RispondiElimina
  10. che dolce buono anzi BUONISSIMO!!!devo provarlo!!

    RispondiElimina
  11. Le foto sono bellissime ed il dolce golosissimo!
    Buona domenica

    RispondiElimina
  12. Bellissimo il tuo reportage, delizioso il tuo dolce. Buona serata Daniela.

    RispondiElimina
  13. bellissime foto e il dolce è troppo goloso, peccato che sono a dieta altrimenti lo farei subito!

    RispondiElimina
  14. ciao, buonissimo questo dolce,sento il profumo e anche se io sono campana(adesso vivo a Pesaro nella tua regione)mi ha riportato a quando lo preparava mia mamma.Anche lei aveva una doppia opzione invece del burro alcune volte usava la crema pasticciera e come liquore il vermut, quello per i bambini era bagnato con il latte. Non so come mia mamma aveva questa ricetta forse quando venivamo a mare a Rimini? So che era buonissimo e adesso mi hai fatto venir voglia, lo preparo, mi mancano i biscotti. Ciao scusa se mi sono dilungata.

    RispondiElimina
  15. Aspetto Pesaro e Fano , posti della mia infanzia.

    RispondiElimina

Ringrazio tutti voi che lasciate il segno e prego vivamente gli anonimi di firmarsi inoltre vi ricordo che potete consigliare questo post con il tasto g+1 di google, besos

Related Posts with Thumbnails