domenica 28 febbraio 2010

Mousse all'amaretto per festeggiare il sole



Quando hai un gatto e due cani in casa non puoi certo pretendere di farti una bella dormita come quelle di una volta, eh! si, io sono stata capace d farmi 15 ore di fila e poi tornare a dormire.

Insomma stamattina la piccola di famiglia, ovvero Wendy, è venuta a "chiamarmi" e con insistenza ha preteso che la portassi fuori a fare la sua solita passeggiata mattutina. Una volta fuori di casa ho capito il perchè, una bella giornata di sole non limpidissima ma tiepida.

Mentre girovagavo nel paese ancora mezzo addormentato ho pensato che per riempire le ore che mancavano al pranzo potevo preparare un dolcetto della Domenica, qualcosa di semplice ma d'effetto per i miei golosoni.




Direttamente da "IL CUCCHIAIO D'ARGENTO" ho preso questa mousse che è un po' lunghetta da fare ma che vale decisamente la candela!




E vene Marzo e già cagna l'aria
sentennolo arrivà
nu poco chiove e nu poco schiara
pecchè te vò 'mbruglià
ma nun avè paura
si a Marzo nun po' mai sta sicura
che va bbuono accussì........
( Teresa De Sio - Marzo )


Attori protagonisti

4 tuorli
4 cucchiai di zucchero
1 dl e 1/2 di panna
1 dl di liquore all'amaretto
10 amaretti sbriciolati


Montate i tuorli con lo zucchero fino a che diventano bianchi e spumosi, diluite versando a filo dentro il composto l'amaretto e poi cuocete a bagnomaria fino a che il cucchiaio trattiene il composto, occorreranno circa 10-15 minuti. Togliete dal fuoco e incorporate gli amaretti lasciando raffreddare.




Montate nel frattempo la panna e incorporatela con delicatezza al composto raffreddato, mettete nei bicchieri e guarnite con un amaretto o con gli amaretti piccoli.

Riponete in frigo per almeno tre ore.




E' un po' lunga la preparazione ma ne vale la pena!!